Westpole

Case Study | Collaboration

UN’AZIENDA CHIMICO-FARMACEUTICO SI AFFIDA ALLA COMPETENZA DI WESTPOLE PER PROGETTARE E IMPLEMENTARE LA PIATTAFORMA DI COLLABORATION CISCO

Case Study | Collaboration

L’Azienda opera nel settore chimico-farmaceutico con circa 150 dipendenti e oltre 200 collaboratori che si muovono su tutto il territorio nazionale.

Svolge, inoltre, un’attività di ricerca scientifica rigorosa e avanzata che ha portato l’Azienda a sviluppare prodotti di successo noti in tutto il mondo: nel corso di oltre 125 anni di storia l’Azienda farmaceutica ha contribuito a sostenere la cultura del farmaco e il ruolo della Farmacia nella promozione della salute e del benessere di uomini e donne.

La sfida

L’Azienda presentava un’infrastruttura di comunicazione obsoleta, multivendor, non più in grado di garantire le necessità di collaborazione, comunicazione e ottimizzazione dei tempi richieste dai gruppi di lavoro che un’azienda moderna deve ovviamente possedere per essere innovativa, soprattutto in un ambiente di forte accelerazione tecnologica come quello attuale.

La società, dato anche l’ambito specifico di riferimento, aveva la necessità di formare con regolarità i dipendenti e i collaboratori sulle variazioni, innovazioni, uscite dei prodotti commercializzati: questo comportava costi notevoli per le trasferte e, non meno importante, un impatto sull’ambiente non trascurabile.

La soluzione

Vista la situazione di partenza, è stata proposta al cliente un’architettura di Industrial Collaboration Cisco, integrata con i servizi a valore aggiunto di WESTPOLE, per rispondere alle rinnovate esigenze dell’Azienda. L’implementazione ha avuto un duplice impatto.

Internamente, il consolidamento dell’infrastruttura con le soluzioni di un unico vendor ha permesso al team IT di ottimizzare feature e funzionalità, oltre a semplificare la gestione della piattaforma. Questa risulta ora intuitiva e agile, e la user experience se ne avvantaggia decisamente; infatti, ad esempio, è stata particolarmente apprezzata la possibilità di organizzare in maniera efficace ed efficiente riunioni strategiche manageriali, operative con i fornitori e commerciali con i clienti.

Esternamente, pensando alla sede e alle filiali, oltre che ai collaboratori esterni e ai fornitori, l’introduzione e l’adozione sempre più capillare della nuova soluzione tecnologica ha permesso di innovare e ridisegnare il flusso di comunicazione e collaborazione. L’introduzione della soluzione Cisco Collaboration con gli endpoint per le videoconferenze, ad esempio, ha consentito di fruire da device diversi di un’esperienza video di altissima qualità sia on site che da remoto.

Attraverso Webex Teams, in particolare, si condividono file, documenti, informazioni in tempo reale proprio come se si fosse seduti accanto ai colleghi: per un’azienda in cui la formazione della propria rete commerciale risulta fondamentale e strategica è sicuramente un miglioramento immediato e apprezzato dai fruitori.

Per non parlare di un altro strumento di collaborazione rivoluzionario e potente che sfrutta la “magia” del cloud, Cisco Webex Board: si tratta di una soluzione all-in-one perfetta per connettere gli spazi fisici e virtuali dove, alla fine, avviene gran parte del lavoro. Grazie alla Board, la lavagna interattiva per la condivisione di contenuti, si lavora in team congiuntamente sui file salvando il lavoro e condividendolo istantaneamente con tutte le persone coinvolte.

Per andare incontro alle necessità di formazione dei team commerciali in modi diversi dalla presenza fisica, molte sale delle sedi sono state dotate di telecamere di controcampo che promuovono e rendono efficienti le sessioni di training. Grazie a queste telecamere è infatti agevole condividere i contenuti in tempo reale on site e da remoto perché danno la possibilità di proiettare sia lo speaker sia, in contemporanea, le slide.

Risultati

I vantaggi ottenuti sono evidenti e facili anche da verificare: il collegamento tra le persone, la fluidità nella comunicazione, la potenza e la facilità d’uso dei sistemi di collaborazione Cisco ha ovviamente avuto un impatto immediato.

Come già detto, la gestione di una piattaforma unica, facilmente programmabile, aperta a integrazioni, a differenza di altre chiuse e proprietarie che vincolano le interazioni con gli esterni, ha migliorato anche la qualità del lavoro di chi si occupa di IT.

Seguono i benefici attesi nel medio/lungo periodo che sono quelli di natura prettamente economica e che non tarderanno ad arrivare: ci riferiamo soprattutto all’abbattimento dei costi di trasferta, prima così ingenti e ora via via in diminuzione.

Distanze geografiche che si accorciano grazie alla potenza dei sistemi di collaborazione Cisco e che aiutano a diminuire anche le emissioni con conseguenti vantaggi sull’ambiente: materia su cui le aziende sono sempre più sensibili e che gli strumenti di collaborazione aiutano decisamente a migliorare.

Altri vantaggi economici di cui l’azienda potrà beneficiare sono quelli legati al costo delle licenze. Grazie alla modalità Cisco Collaboration Flex Plan è possibile pagare un canone di abbonamento per ogni utente attivo.